ravvedimento operoso

IMU, TASI, TARI, possibile il c.d. ravvedimento lungo

Pubblicato il Aggiornato il

In materia di tributi locali, non è automatica la possibilità di beneficiare del c.d. ravvedimento lungo, ovvero regolarizzare propri debiti d’imposta con applicazione di sanzioni crescenti, ma comunque inferiori alla soglia del 30% dovuto nel caso di accertamenti.

La potestà tributaria e regolamentare locale risulta di fatto essere un freno all’applicazione della norma nazionale agevolativa di cui all’art. 13 del D.Lgs. n. 472 del 18/12/1997, che prevede l’applicazione di sanzioni nella misura ridotta da un decimo ad un sesto del minimo, a seconda del tempo che intercorre dalla data di pagamento stabilita alla data di regolarizzazione.

Continua a leggere »

Fondatore e leader di Studio Professionale erogante servizi di consulenza fiscale e tributaria, 28 anni di attività nel settore